ASSOCIAZIONE IN PARTECIPAZIONE

I redditi derivanti da associazione in partecipazione sono considerati:

  • redditi d'impresa , qualunque sia l'apporto, se l'associato è una impresa;
  • redditi di capitale , se l'associato persona fisica apporta denaro;
  • redditi di lavoro autonomo quando l'apporto della persona fisica è costituito esclusivamente da lavoro.

Sui compensi spettanti all'associato, calcolati come previsto da contratto sull'intero utile sociale o su una o più singole operazioni, grava una ritenuta del:

  • 0% (non c'è ritenuta) se l'associato è residente ed esercita attività d'impresa;
  • 12,5% a titolo d'acconto per redditi pagati a residenti non esercenti attività d'impresa (cod. 1030 ? cap.);
  • 12,5% a titolo definitivo se pagati a non residenti (cod. 1030 ? cap.);
  • 27% a titolo definitivo se pagati a soggetti con sede in Stati a regime privilegiato (cod. 1030 ? cap.)
  • 20% a titolo d'acconto (cod. 1040 - lavoro), se reddito da lavoro autonomo.

Le ritenute vanno versate entro il 16 del mese successivo al pagamento.

Scritture per l'associante (contratto di solo lavoro) :

A fine esercizio o al termine dell'operazione per cui è sorto il contratto di associazione , occorre rilevare la quota di reddito da imputare all'associato:

 Associato c/competenze
a

 Debiti v/associato

 
1.000,00 

Al momento del pagamento delle sue competenze all?associato:  

 Debiti v/associato
a

=/=

 Erario c/ritenute
 Banca c/c

 

200,00 
800,00 

1.000,00 

Entro il 16 del mese successivo al pagamento, occorre versare la r.a. con cod. 1040:  

 Erario c/ritenute
a

 Banca c/c

 
200,00 

Scritture per l?associante (contratto per apporto di solo denaro da altra società italiana):  

A fine esercizio o al termine dell?operazione per cui è sorto il contratto di associazione, occorre rilevare la quota di reddito da imputare all?associato:  

 Associato c/competenze
a

 Debiti v/associato

 
1.000,00 

Al momento del pagamento delle sue competenze all?associato:  

 Debiti v/associato
a

 Banca c/c

 
1.000,00 

Scritture per l?associato (contratto per apporto di solo denaro da altra società italiana):  

A fine esercizio o al termine dell?operazione per cui è sorto il contratto di associazione, occorre rilevare la quota di reddito di competenza:  

 Crediti v/associante
a

 Ricavi da associaz. in part.

 
1.000,00 

Al momento dell?incasso delle competenze:

 Banca c/c
a

 Crediti v/associante

 
1.000,00 

Irap - La deduzione del costo derivante dall'associazione è consentita ai fini Irap solo se il relativo ricavo è tassato in capo all'associato quindi:

  • apporto di lavoro che rientra nel reddito d'impresa per l'associato: costo deducibile Irap;
  • apporto di lavoro che non rientra nel reddito d'impresa per l'associato: costo indeducibile Irap;
  • apporto di denaro: costo indeducibile Irap (poiché rientra tra gli oneri finanziari).

Ires / Ire - Con la riforma fiscale l'associante non può più dedurre il compenso spettante all'associato con apporto di capitale o misto. Per quest'ultimo è prevista una tassazione sostitutiva (12,50%) o l'inclusione parziale nel reddito (5% o 40%).
Se l'associante ha dedotto nel 2003 il compenso spettante all'associato con apporto di capitale o misto, l'associato deve tassare nel 2003 tale compenso, ancorché percepito nel 2004.

 

 


Copyright © 2005. By Rag. Natalino Melchionna - Via G.B.Vico 83046 Lacedonia (AV) - Tel. - Fax 0827/ 84339 info@studiomelchionna.it