CLAUSOLE DI TRASPORTO

Le clausole di trasporto dette anche Incoterms, sono state elaborate dalla Camera di Commercio internazionale per regolarizzare gli scambi internazionali, anche se gli operatori possono liberamente formulare e concordare altre clausole. Le clausole Incoterms individuano in maniera chiara e puntuale le posizioni di rischio e di costo dei due contraenti: fino a quando rischi e/o costi di spedizione, trasporto e doganali, sono a carico del venditore e da quando passano invece a carico del compratore. Indipendentemente da rischi e costi, ricordiamo:

  • Iidd  -  i ricavi si considerano conseguiti alla consegna o spedizione, salvo che l?effetto traslativo sia posticipato;
  • Iva  -  l?operazione si considera effettuata alla consegna o spedizione ex art. 6/633, ma può essere anticipato dal pagamento totale o di acconti.

Le clausole sono indicate in ordine di obblighi per il venditore: dal minimo al massimo impegno.  

Denominazione italiana
Denominazione internazionale
Codice
Franco fabbrica
(? luogo convenuto)
Ex works
(? named place)
EXW

Gli obblighi del venditore si esauriscono col mettere la merce a disposizione del compratore nei propri locali (per es. stabilimento, fabbrica, deposito, ecc.). Se non esistono altre pattuizioni tra le parti il venditore non è tenuto né a caricare la merce né a sdoganare la merce. Il compratore dovrà sostenere le spese ed i rischi relativi al trasporto della merce dai locali del venditore fino alla destinazione desiderata.
La prova della consegna non necessita di alcuna documentazione obbligatoria in quanto il venditore adempie ai propri obblighi semplicemente mettendo a disposizione del compratore.  

Denominazione italiana
Denominazione internazionale
Codice
Franco vettore 
(? luogo convenuto)
Free Carrier 
(? named place)
FCA

Il venditore ?rimette? la merce al vettore designato dal compratore nel luogo o nel punto convenuto. Con "Vettore" si intende qualsiasi persona che in forza di un contratto si impegna ad effettuare o a far effettuare un trasporto.
Se la consegna deve essere fatta a soggetto diverso dal vettore, quale è ad es. uno spedizioniere, la prassi commerciale prevede che le condizioni contrattuali FCA (e quindi la consegna) siano adempiute nel momento in cui la merce è rimessa a tale persona.

Denominazione italiana
Denominazione internazionale
Codice
Franco lungo bordo
(? porto d?imbarco convenuto)  
Free alongside Ship
(... named port of shipment)
FAS

Il venditore adempie l'obbligo di consegna nel momento in cui pone la merce ?sottobordo? della nave. E? da questo momento che il compratore assume i rischi di perdita o di danni alla merce e deve sostenere le spese. Nel caso di esportazione lo sdoganamento della merce all'esportazione è a carico del compratore.  

Denominazione italiana
Denominazione internazionale
Codice
Franco a bordo 
(.. porto imbarco convenuto)
Free on board 
(? named port of shipment)
FOB

L?obbligo di consegna viene adempiuto quando la merce ha  superato la murata della nave (sempre nel porto di imbarco convenuto). Solo dopo il superamento della ?murata? il compratore inizia a sopportare tutte le spese ed i rischi di perdita o di danni alla merce.
Con la clausola FOB lo sdoganamento della merce all?esportazione è di competenza del venditore.  

Denominazione italiana
Denominazione internazionale
Codice
Costo e nolo 
(.. porto di destinazione convenuto)
Cost and freight
(.. named port of destination)
CFR

Con il termine "costo e nolo":
- il venditore deve sopportare tutte le spese di trasporto della merce fino al porto di destinazione convenuto;
- il compratore si assume invece i rischi di perdita o di danni alla merce fin dal momento in cui la merce è stata consegnata a bordo della nave (in pratica il momento di trasferimento del rischio è anticipato).
In caso di esportazione la procedura di sdoganamento della merce rimane a carico del venditore.  

Denominazione italiana
Denominazione internazionale
Codice
Costo, assicurazione e nolo
(.. porto di destinazione convenuto)
Cost, insurance and freight
(? named port of destination)
CIF

Rispetto al termine CFR esiste per il venditore ha un obbligo in più. Infatti rimanendo fermo il momento in cui sono trasferiti i rischi di deperimento e danni della merce nel temine "costo, assicurazione e nolo" il venditore ha l?obbligo di fornire un'assicurazione marittima, pagando il relativo premio, contro il rischio del compratore di perdita o di danni alla merce durante il trasporto.
Anche nel termine CIF lo sdoganamento della merce all'esportazione è a carico del venditore.

Denominazione italiana
Denominazione internazionale
Codice
Trasporto pagato fino a
(? luogo di destinazione convenuto)
Carriage paid to
(? named place of destination)
CPT

Con la condizione "trasporto pagato fino a .....":
- il venditore deve pagare il prezzo del trasporto della merce e qualsiasi altra spesa addizionale;
- la responsabilità per rischi o danno si trasferisce al compratore nel momento della consegna al vettore.
Solitamente la consegna interviene al terminal di partenza del vettore o sul veicolo inviato dal vettore per ritirare la merce nel luogo concordato con il venditore.
Nel termine CFT lo sdoganamento della merce all?esportazione è a carico del venditore.  

Denominazione italiana
Denominazione internazionale
Codice
Trasporto e assicurazione pagati fino a
(? luogo di destinazione convenuto)
Carriage and insurance paid to (? named place of destination)
CIP

Oltre agli obblighi previsti dalla clausola CPT il venditore deve fornire un'assicurazione contro il rischio del compratore di perdita o di avaria alle merci. Nel termine "Trasporto e assicurazione pagati fino a...":
- il venditore deve pagare il prezzo del trasporto della merce e qualsiasi altra spesa addizionale;
- la responsabilità per rischi o danni si trasferisce nel momento in cui la merce è stata consegnata al vettore;
- il venditore stipula il contratto di assicurazione e paga il relativo premio (il venditore è tenuto a fornire soltanto una copertura assicurativa minima, integrabile per pattuizioni intercorse tra le parti).
Nel caso di esportazione lo sdoganamento della merce è a carico del venditore. E? bene ricordare che siccome il rischio è trasferito al compratore la polizza assicurativa stipulata dal venditore deve essere intestata al compratore o stipulata con la formula ?per conto di chi spetta?.  

Denominazione italiana
Denominazione internazionale
Codice
Reso frontiera
(? luogo convenuto)
Delivered at frontier
(? named place)
DAF

Se è stipulata la condizione "reso frontiera" il venditore può considerare adempiuto l?obbligo di consegna della merce quando mette la stessa, già sdoganata all?esportazione, a disposizione del compratore nel punto o nel luogo convenuto alla frontiera, prima comunque della frontiera doganale del paese confinante.  

Denominazione italiana
Denominazione internazionale
Codice
Reso ex ship
(.. porto di destinazione convenuto)
Delivered ex ship
(.. named port of destination)
DES

Può essere utilizzato solo nel caso di trasporto marittimo o per vie navigabili interne. Il venditore adempie l'obbligo di consegna mettendo la merce a disposizione del compratore a bordo della nave nel porto di destinazione convenuto. Il compratore deve provvedere allo sdoganamento della merce all?importazione.
Per quanto concerne le spese le stesse sono sopportate dal venditore così come tutti i rischi relativi al trasporto della merce fino al porto di destinazione convenuto.  

Denominazione italiana
Denominazione internazionale
Codice
Reso banchina (sdoganato)
(? porto di destinazione convenuto)
Delivered ex quay (duty paid)
(? named port of destination)
DEQ

Il venditore adempie l'obbligo di consegna mettendo la merce, a disposizione del compratore sulla banchina nel porto di destinazione convenuto. Quindi la merce risulta già sdoganata all'importazione. Anche in questa ipotesi il venditore deve sopportare tutti i rischi e le spese, compresi i dazi, le tasse ed altri oneri concernenti la procedura di importazione, derivanti dalla consegna della merce.
E? possibile che le parti concordino che sia il compratore a sdoganare la merce all'importazione e a pagare i diritti di confine ("non sdoganato" invece di "sdoganato"). Per  escludere dagli obblighi del venditrice solo alcune delle spese gravanti sulla merce: "Reso banchina (sdoganato, eccettuata l?Iva) ... (porto di destino)".  

Denominazione italiana
Denominazione internazionale
Codice
Reso non sdoganato
(? luogo di destinazione convenuto)
Delivered duty unpaid
(? named place of destination)
DDU

La merce deve essere messa a disposizione del compratore nel luogo convenuto nel paese di importazione. Il venditore deve sopportare i rischi e le spese per far giungere la merce in detto luogo.
Le parti possono convenire che sia il venditore ad espletare le formalità doganali e sopportarne i rischi e le spese: "Reso non sdoganato, IVA pagata .........." (luogo di destinazione convenuto)?.  

Denominazione italiana
Denominazione internazionale
Codice
Reso sdoganato
(? luogo di destinazione convenuto)
Delivered duty paid
(? named place of destination)
DDP

Il venditore adempie all'obbligo di consegna col mettere la merce a disposizione del compratore nel luogo convenuto nel paese di importazione. Sono a carico del venditore i rischi e le spese, compresi i dazi, le tasse ed altri oneri, per poter effettuare la consegna della merce in detto luogo, sdoganata all'importazione.

Denominazione italiana
Denominazione internazionale
Franco magazzino compratore
(... luogo di destinazione convenuto)
Delivered domicile
(... named place of destination)

Il venditore assume tutti i rischi e le spese fino alla consegna della merce nel magazzino del compratore.

 

 


Copyright © 2005. By Rag. Natalino Melchionna - Via G.B.Vico 83046 Lacedonia (AV) - Tel. - Fax 0827/ 84339 info@studiomelchionna.it