CLIENTI

Ex art. 2426 c.c. i crediti devono essere iscritti in bilancio secondo il valore di presumibile realizzo. Il loro valore viene pertanto ridotto per effetto di svalutazioni che trovano contropartita nel c.e. alle voci:
B.10.dSvalutazione dei crediti compresi nell'attivo circolante;
D.19.bSvalutazione di immobilizzazioni finanziarie che non costituiscono partecipazioni.
Devono inoltre essere ridotti per resi e rettifiche di fatturazione, sconti e abbuoni e altre eventuali cause di minor realizzo.
Il c/Crediti verso clienti, con separata indicazione per ciascuna voce degli importi esigibili oltre l'esercizio successivo,va suddiviso in: Crediti verso clienti (C.II.1), Crediti verso società controllate (C.II.2), ecc.
L’emissione di ricevute bancarie non fa cambiare la natura al credito, che rimane pertanto iscritto tra i Clienti.
Tra i Clienti risultano crediti insoluti da diversi anni per vari motivi (cessazione attività, cambio residenza, contestazioni, irreperibilità da anni, importi contestati per i quali non è conveniente un'azione legale)?
Ci sono partite di clienti aperte per modesti importi relativi ad arrotondamenti o ad abbuoni passivi non contabilizzati?
Il saldo Clienti corrisponde alla somma delle singole posizioni e con la reale consistenza dei crediti?
Ci sono partite aperte con saldo A? Se ce ne sono ricercarne le cause:

  • errata imputazione codice di un cliente - occorre effettuare lo storno;
  • errata contabilizzazione di abbuoni tanto che figurano modeste somme in sospeso - stornare a sopravvenienza;
  • imputazione al cliente di un acconto ricevuto - occorre girare l'importo a Clienti c/ anticipi; si potrà reimputare il conto specifico (la scheda del cliente) dopo l'apertura dei conti.

Eventuali rettifiche potrebbero registrarsi:

 Abbuoni passivi
a
 Clienti
 Clienti
a
 Sopravvenienze passive

RICEVUTE BANCARIE PRESENTATE ALL'INCASSO

Per l?invio all?incasso delle ricevute bancarie, andrebbe fatto il seguente articolo:

 Clienti c/Ri.ba
a
 Clienti

a) Accredito della Ri.ba. al dopo incasso (con o senza scoperto di conto).
All?incasso della ricevuta bancaria:  

 Banca c/c
a
 Clienti c/Ri.ba
 Commissioni d'incasso
a
 Banca c/c

b) Accredito della Ri.ba. immediato salvo buon fine, con accredito di apposito c/ bancario. Alla presentazione in banca delle ricevute bancarie la società ottiene una anticipazione sotto forma di accredito s.b.f. al netto di una percentuale di sconto predeterminata:  

 ==/==

 Banca c/c
 Commissioni d'incasso B.7

a
 Banca c/Ri.ba o Banca c/finanziamento

All?incasso della ricevuta bancaria:  

 Banca c/ricevute bancarie
a
 Clienti

Quando la banca addebita sul c/c gli interessi passivi maturati sul c/ scoperto:  

 Interessi passivi bancari
a
 Banca c/c

Nella prassi contabile, in caso di presentazione s.b.f., spesso non viene rilevato il debito verso la banca per l’anticipazione ricevuta, estinguendo il credito verso il cliente, con la conseguenza di redigere un bilancio non corrispondente a chiarezza, veridicità e correttezza. Potrebbe anche esserci, come conseguenza della errata contabilizzazione, la redazione impropria del bilancio abbreviato per mancato superamento dei limiti.

 

Copyright © 2005. By Rag. Natalino Melchionna - Via G.B.Vico 83046 Lacedonia (AV) - Tel. - Fax 0827/ 84339 info@studiomelchionna.it