IMPOSTE, TASSE E DIRITTI - DEDUCIBILITA' FISCALE

Durante l'anno sono state pagate imposte, tasse nonché interessi per rateizzazione o ritardo nel pagamento delle imposte? Controllare se sono state correttamente individuate e contabilizzate. Si segue il criterio di cassa (art. 64, C.M. n. 137/E del 15.5.97). Ci sono variazioni da operare in sede di dichiarazione dei redditi?

IMPOSTE E TASSE
Deducibilità fiscale
SOCIETA' DI CAPITALE
SOCIETA' DI PERSONE
IMPRESE INDIV/FAMIL.
Irpeg
Irap
Irpef
Irap
Irpef
Irap
1. Irpeg
NO
NO
--
--
--
--
2. Irpef
--
--
--
NO
NO
NO
3. Irap
NO
NO
NO
NO
NO
NO
4. Iva
NO/SI
NO/SI
NO/SI
NO/SI
NO/SI
NO/SI
5. Imposta di registro
SI
SI
SI
SI
SI
SI
6. Invim
SI
SI
SI
SI
SI
SI
7. Invim decennale e straordinaria
SI
SI
SI
SI
SI
SI
8. Imposte da condono
NO
NO
NO
NO
NO
NO
9. ICI
NO
SI
NO
SI
NO
SI
10. Tasse CCGG
SI
SI
SI
SI
SI
SI
11. Tassa bollatura libri
SI
SI
--
--
--
--
12. Interessi passivi Iva trimestrale
NO
NO
NO
NO
NO
NO
13. Interessi passivi "sanzione"
SI
NO
SI
NO
SI
NO
14. Interessi pass. ritardato versam.
SI
NO
SI
NO
SI
NO
15. Sanatorie fiscali
NO
NO
NO
NO
NO
NO
16. Ravvedimento Operoso
NO
NO
NO
NO
NO
NO
17. Imposta sostitutiva D.Lgs. 358
NO
NO
NO
NO
NO
NO
18. Imposta rivalutazione
NO
NO
NO
NO
NO
NO
19. Diritto camerale
SI
SI
SI
SI
SI
SI
20. Tassa rifiuti
SI
SI
SI
SI
SI
SI

4. Iva - L'Iva indetraibile è normalmente imputabile quale onere accessorio al costo cui si riferisce (sempre che ne sia stato effettuato il pagamento) seguendone le sorti. L'Iva sulle fatture emesse (es. per omaggi) senza che si sia effettuata la rivalsa è costo indeducibile.Vedere R.M. n. 9/869 del 19.1.80. L’Iva a causa dell’applicazione del pro-rata (art. 19/633 c. 5) è deducibile per competenza come spesa generale (ADC n. 152).
Es.: acquisto di autovettura € 10.000,00, Iva 20% pari ad € 200,00.

 =/=

 Autovetture
 Iva c/acquisti
 Iva indetraibile

a

 Fornitori

10.000,00 
200,00 
1.800,00 
 
10.200,00 

5. Imposta di registro - Se non è imputabile quale onere accessorio al costo cui si riferisce (es.: acquisto terreno edificabile o capannone da privato), è da capitalizzare quando ha valenza pluriennale (es.: acquisto azienda). E? normalmente deducibile sia ai fini Irpeg/Irpef che Irap.

6. Invim - Se sono stati ceduti beni immobili strumentali per i quali è stata pagata l'Invim si è contabilizzata la plusvalenza senza la deduzione dell'Invim? L'Invim pagata figura correttamente tra i costi d'esercizio? Abolita dall?1.1.2002.

7. Invim decennale e straordinaria - E' deducibile per quote costanti nell'esercizio stesso e nei quattro successivi. Non è deducibile l'Invim relativa ad immobili non strumentali. Il costo relativo va interamente imputato in c.e. e si dovrà operare con variazioni in aumento e diminuzione sull'Unico. La L. 388/00 art. 20 ha previsto la possibilità di versare lo 0,1% del valore degli immobili al 31.12.92, entro il 30.3.01, con deducibilità in 5 esercizi. Abolita dall?1.1.2002.

8. Imposte da condono - Sono indeducibili sia le imposte, che le sanzioni.

9. ICI - Indeducibile ai fini Irpeg e deducibile ai fini Irap. Dal 1998 l?Ici dell?immobile in leasing viene pagata dal conduttore.

10. Tasse e CC.GG. - Deducibili per cassa (secondo il Min. Fin.), nonostante l'art. 64 preveda la deducibilità per cassa delle sole imposte.

11. Tassa bollatura libri sociali - La tassa pagata dalle società di capitali entro il 16 marzo di ciascun anno è pari ad ? 309,87 (? 516,46 se il capitale sociale è, al momento del pagamento, superiore ad ? 516.456,90). Pagabile su F24 e quindi compensabile.

12. Interessi passivi per Iva trimestrale - Il contribuente mensile che nell'esercizio precedente ha realizzato un volume di affari non superiore a:
- ? 309.874,14, se trattasi di impresa di servizi o lavoratore autonomo;
- ? 516.456,90, se trattasi di esercizio di altre attività,
può scegliere di versare l'Iva trimestralmente a condizione che in sede dichiarazione annuale Iva / Unico relativa al periodo d'imposta stesso comunichi detta scelta (opzione nel Quadro VO). Trimestralmente, oltre all'Iva, dovrà versare una maggiorazione del 1% a titolo di interessi (su ogni versamento escluso quello dell'acconto Iva in scadenza il 27.12).
L'opzione si estende, salvo revoca, agli esercizi successivi, sempre che ne sussistano le condizioni relative al volume di affari. Tali interessi trimestrali non sono deducibili per espressa disposizione legislativa (art. 66/11 DL 331/93).

14. Interessi passivi per ritardato versamento imposte e tasse - Interessi passivi pagati per ritardati pagamenti di imposte e tasse, contributi, ecc.: deducibili ai fini Irpeg (R.M. 9.11.01 n. 178/E); indeducibili ai fini Irap.

15. Ravvedimento operoso - La sanzione non è mai deducibile, mentre sempre deducibili sono gli interessi. Per quello che concerne l’imposta ravveduta è deducibile se lo era anche in origine.

16. Imposta sostitutiva - L'imposta sostitutiva, di regola, non è deducibile. Es. per le operazioni straordinarie di cui al D.Lgs. 358/97. 18. Rivalutazione - L’imposta sulla rivalutazione è indeducibile (L. 342/00 e L. 448/01).

17. Rivalutazione - L’imposta sulla rivalutazione è indeducibile (L. 342/00, L. 448/01 e L. 350/03).

19. Diritto camerale - E? dovuto da tutte le azienda iscritte nel Registro delle imprese e deve essere versato entro il versamento a saldo Irpeg per le società di capitali ed entro il 31.10 di ogni anno per società di persone ed imprese individuali. Pagabile su F24 e quindi compensabile. E? deducibile per cassa.

15. Tassa rifiuti - Deducibile nell’esercizio di pagamento. Nell’esercizio di competenza occorrerà prevedere un costo da sostenere, che dovrà essere recuperato con variazione in aumento in sede di Unico; al pagamento della cartella, si effettuerà una variazione in diminuzione. Qualora vi fosse correlazione tra l’importo del costo ed il servizio offerto dal Comune la deduzione andrebbe effettuata per competenza (R.M. 183/01 sull’imposta di fabbricazione).

 

  


Copyright © 2005. By Rag. Natalino Melchionna - Via G.B.Vico 83046 Lacedonia (AV) - Tel. - Fax 0827/ 84339 info@studiomelchionna.it