INDETRAIBILE - DEDUCIBILITA?

La R.M. 19.1.80 n. 9/869 precisa le modalità di contabilizzazione dell'Iva indetraibile, distinguendo:

  • Indetraibilità istituzionale totale o parziale - In questi casi l?Iva è riferibile ad uno specifico bene o servizio e pertanto deve integrarne il costo originario (onere accessorio di diretta imputazione).
  • Indetraibilità integrale ex art. 36-bis/633 - Come caso a).
  • Indetraibilità per dispensa operazioni esenti - Come caso a).
  • Indetraibilità parziale in presenza di operazioni esenti (prorata) - Ciò che determina l?indetraibilità dell?Iva è una situazione di copresenza di operazioni soggette ed operazioni esenti, non riferibili ad un singolo bene o servizio; trattasi di una spesa generale soggetta alle limitazioni di deducibilità stabilite dall?art. 63 (richiamato dall?art. 75.5). Secondo la Cass. Sent. n. 11514 del 7.9.01, in presenza di ricavi esenti, l?Iva indetraibile non deve essere considerata come costo generale, ma va dedotta per intero.

L'art. 2.1 D.Lgs. 313/97 prevede che l'occasionale effettuazione di operazioni esenti da parte di un soggetto che svolge essenzialmente operazioni soggette ad Iva (e viceversa) non influenza il calcolo del prorata.
Vedi anche: Norma di comportamento n. 152/2003.

 

  


Copyright © 2005. By Rag. Natalino Melchionna - Via G.B.Vico 83046 Lacedonia (AV) - Tel. - Fax 0827/ 84339 info@studiomelchionna.it