LEGGE SABATINI (Legge n. 1329/65)

Si tratta di una agevolazione per l?acquisto di macchine utensili, che consiste in una dilazione di pagamento e nella fruizione di un contributo in conto interessi.
Gli interessi passivi su prestiti contratti per l'acquisizione di beni materiali strumentali per l'esercizio dell'impresa, si comprendono nel costo ammortizzabile se dal bilancio risultano imputati ad aumento degli stessi, sempre nel rispetto della normativa vigente (v. § Interessi passivi e valutazioni). L?acquirente deve sostenere delle spese accessorie tra cui spese notarili, spese per bolli, per l'istruttoria, ecc.
Tali oneri accessori non possono essere interamente spesati nell'esercizio ma devono essere capitalizzati (art. 76); occorre il consenso del Collegio sindacale (art. 2426.5). Secondo il P.C. 24, l?ammortamento va operato sulla base della durata del finanziamento preferibilmente con criteri di natura finanziaria (cioè con riferimento al piano d?ammortamento come avviene per i contributi in conto interessi; v. sotto).
Per non perdere i benefici l?eventuale successiva vendita del macchinario, che ha beneficiato del finanziamento, può essere effettuata solo mediante cessione del relativo contratto.
- Il contributo in conto interessi relativo alla Legge Sabatini è un contributo in conto esercizio che deve essere rilevato distintamente nella parte positiva del c.e. e partecipa alla formazione del reddito di esercizio secondo il criterio della competenza previsto per gli interessi passivi (piano di ammortamento del debito cambiario).
- Fare attenzione in quanto la fruizione della Legge Sabatini preclude la possibilità di altre agevolazioni classificate come aiuti di Stato. Non è ad es. possibile cumulare il contributo in conto interessi della Sabatini con il credito di imposta spettante per gli investimenti in aree svantaggiate (art. 8 L. 388/00).

Scritture per l'acquirente del macchinario

Al ricevimento della fattura del macchinario:

 =/=

 Macchinari
 Iva ns/credito

a

 Fornitori

100.000,00 20.000,00 
120.000,00 

Al ricevimento della fattura di addebito degli interessi passivi:

 Int. pass. Legge Sabatini
a

 Fornitori

 
30.000,00 

Articoli relativi alle singole spese della pratica di finanziamento:

 =/=

 Spese consulenza
 Iva ns/credito

a

 Fornitori Notaio

5.000,00 
1.000,00 
6.000,00 
 Bolli cambiali
a
 Banca c/c  
1.800,00 

=/=

 Spese consulenza
 Iva ns. credito

a
 Fornitori X
4.000,00 
800,00 
4.800,00 

Capitalizzazione delle spese relative al finanziamento (occorre il consenso del Collegio sindacale)

 Oneri plur. Sabatini

a

=/=

 Spese di consulenza
 Bolli cambiali

9.000,00 
1.800,00 
10.800,00 

Alla emissione degli effetti a favore del fornitore:

 Fornitori
a

 Cambiali passive

 
150.000,00 

Al ricevimento della lettera di ammissione al contributo L. 1329/65. A livello di bilancio Ce, il contributo può essere allocato sia nella voce C.17) con segno negativo, sia (preferibilmente) nella voce C.16).

 Mediocredito centrale
a

 Contr. c/interessi Sabatini

 
25.000,00 

31 Dicembre ? Calcolo dei risconti

I calcoli sono operati prendendo a base il piano di ammortamento.
Ipotizzando una durata del finanziamento di 5 anni è necessario, alla fine di ogni esercizio, calcolare la quota di interesse e di contributo di competenza dell'esercizio utilizzando la tecnica dei risconti.
Supponiamo che gli interessi di competenza siano così ripartiti (in base al piano di ammortamento).
1° anno 9.000,00
2° anno 7.500,00
3° anno 6.000,00
4° anno 4.500,00
5° anno 3.000,00
Totale 30.000,00

Il contributo dovrà essere ripartito con lo stesso criterio:
1° anno 7.500,00
2° anno 6.250,00
3° anno 5.000,00
4° anno 3.750,00
5° anno 2.500,00
Totale 25.000,00

 Risconti attivi
a
 Interessi passivi Sabatini  
21.000,00 
 Contr. c/inter. L. Sabatini
a
 Risconti passivi  
17.500,00 

Ammortamento (12esimi) degli oneri pluriennali in base ai mesi di durata del finanziamento.

 Amm.to oneri pluriennali
a
 F.do amm. oneri plur.
 Sabatini
 
 

Alla riapertura dei conti occorrerà procedere alla reimputazione dei risconti, salvo ricalcolarli a fine esercizio e così di seguito.
Si potrebbe procedere contabilmente anche con la imputazione annuale di interessi e contributi di competenza attingendo al conto risconti formati nel primo esercizio (e non chiusi all?1.1).
- Se il contributo non viene erogato nel primo esercizio, per la parte di competenza di tale esercizio dovrà essere rilevato come sopravvenienza attiva nell'esercizio successivo in cui avverrà l'incasso (nel primo esercizio non si dovrà effettuare alcuna rilevazione contabile).
All'erogazione del contributo:

 Banca c/c

a

=/=

 Sopravvenienze attive
 Contr. c/inter. Sabatini

7.500,00 
17.500,00 
25.000,00 

A fine esercizio:

 Contr. c/interessi Sabatini
a
 Risconti passivi
 
 
 

N.B.: Poiché il tasso applicato dalla banca ordinaria al momento di scontare le cambiali può essere diverso da quello preso a base del conteggio interessi effettuato in sede contrattuale, (la differenza positiva o negativa sarà rispettivamente a favore o a carico dell'acquirente) si dovrà operare una rettifica, previa richiesta al fornitore di copia della distinta di sconto.
Se il tasso di sconto effettivamente applicato dalla banca è inferiore a quello contrattuale, il fornitore emetterà nota di accredito per la differenza:

 Fornitore....
a
 Interessi passivi L. Sabatini  
 

Se il tasso di sconto effettivamente applicato dalla banca è superiore a quello contrattuale, il fornitore emetterà nota di addebito (fattura) per la differenza:

 Interessi passivi L. Sabatini
a
 Fornitore...  
 

Scritture per il venditore del macchinario

Al momento della vendiva del macchinario:

 Clienti

a

=/=

 Ricavi di vendita
 Iva nostro debito

100.000,00 20.000,00 
120.000,00 

All?emissione della fattura per l?addebito degli interessi per dilazione di pagamento:

 Clienti
a

 Interessi attivi L. Sabatini

 
30.000,00 

Al ricevimento degli effetti attivi:

 Effetti attivi
a

 Clienti

 
150.000,00 

Sconto degli effetti attivi con accredito del netto ricavo:

 Effetti allo sconto
a
 Effetti attivi  
150.000,00 

=/=

 Banca c/c
 Interessi passivi

a
 Effetti allo sconto
120.000,00 
30.000,00 
150.000,00 

 

31 Dicembre - CALCOLO DEI RISCONTI - Alla fine di ogni esercizio, calcolare la quota di interessi attivi e di interessi passivi di competenza dell?esercizio utilizzando la tecnica dei risconti:

 Interessi attivi
a
 Risconti passivi  
 
 Risconti attivi
a
 Interessi passivi  
 
 

 


Copyright © 2005. By Rag. Natalino Melchionna - Via G.B.Vico 83046 Lacedonia (AV) - Tel. - Fax 0827/ 84339 info@studiomelchionna.it