Il Ragioniere Telematico, consulente di carattere fiscale e societario per imprenditori, professionisti e privati cittadini, Consulenza free, fiscale, previdenziale, lavoro, contabilità, IVA

   

Le principali scadenze di febbraio 2005

IVA rimborsi annuali

Inizia a decorrere il termine per la richiesta di rimborsi IVA. La scadenza è prevista per 31 ottobre. Si utilizza il modello VR, che va presentato presso il concessionario della riscossione.

IVA comunicazione  annuale dei dati

Inizia a decorrere il termine per la presentazione della comunicazione annuale, con scadenza a fine mese (lunedì 28).

15 Martedì

Fatturazione differita

Entro oggi occorre emettere e registrare le fatture per i beni consegnati o spediti durante il mese precedente. Tali fatture incidono sulla liquidazione in corso.

Registrazioni IVA

I contribuenti forfettari e quelli con contabilità super semplificata devono annotare l'ammontare complessivo, suddiviso per aliquote, delle operazioni effettuate nel mese precedente. L'annotazione può essere fatta sui registri IVA. Entro oggi debbono essere registrati riepilogativamente i corrispettivi del mese precedente, purché certificati da scontrino o ricevute fiscali (in caso di esonero vanno rispettati i termini giornalieri ordinari).

16 Mercoledì

IVA di gruppo

Le società e gli enti controllanti che vogliono effettuare per il 2005 le liquidazioni di gruppo devono presentare entro il termine della liquidazione e dei versamenti di gennaio (perciò adesso) il modello IVA 26 all'ufficio IVA (la copia timbrata dall'ufficio va inviata agli uffici IVA che hanno competenza per le società del gruppo) - D.M. 8 gennaio 1990 e D.M. 18 dicembre 1989.

IVA registrazioni acquisti

Per usufruire della detrazione occorre registrare gli acquisti prima della relativa liquidazione.

Versamenti su modello di pagamento unificato F24

Il modello va presentato in banca, in posta o presso la concessionaria, le quali ne rilasciano copia. Entro oggi vanno quindi effettuati i seguenti adempimenti:

- versamenti IVA
I contribuenti mensili devono versare l'imposta relativa alle operazioni di gennaio (codice tributo 6001 - anno 2005);

- ritenute alla fonte
I sostituti d'imposta devono versare le ritenute operate nel mese precedente
- sui redditi di lavoro dipendente e assimilati;
- sui compensi di lavoro autonomo;
- sui redditi di capitale;
- sugli altri redditi corrisposti;

- ritenute su TFR
Occorre versare il saldo, al netto dell’acconto del 90% pagato in dicembre, dell’imposta sostitutiva, pari all’11%  della quota di rivalutazione del TFR maturata nel 2004 (cod. versamento 1713); 

- contributi INPS
I datori di lavoro devono versare i contributi per i lavoratori dipendenti (dirigenti compresi) sulle retribuzioni del mese precedente;

- lavoratori parasubordinati
I committenti devono versare alla gestione separata INPS i contributi sui compensi pagati nel mese precedente per i rapporti di collaborazione coordinata e continuativa. L’aliquota è del 15% per i titolari di pensione diretta, del 10% per gli iscritti in altre Casse di previdenza e per i titolari di pensione indiretta e del 17,80% - che sale al 18.60%, per redditi oltre 37.883 euro – per chi non è iscritto ad altre forme pensionistiche obbligatorie  (i codici di versamento sono i seguenti: C10 per i versamenti del 10 o del 15% e CXX per quelli del 17,80%);

- artigiani e commercianti
Versamento della 4° rata trimestrale relativa all'anno 2004 dei contributi INPS dovuti sul minimale;

- INAIL versamenti e dichiarazione
Versamento di conguaglio del saldo 2004 e dell’acconto 2005. Presentazione  all’INAIL del modello cartaceo per la denuncia delle retribuzioni e del premio dovuto (entro il 16 marzo, se su supporto magnetico);

- regolarizzazioni per imposte non versate
I contribuenti che non hanno versato le imposte (o che le hanno versate in misura ridotta) entro la scadenza del 17 gennaio (il 16 era di domenica), possono farlo entro oggi, pagando anche la sanzione ridotta pari ad 1/8 del minimo (30%), quindi del 3,75%, oltre agli interessi al tasso legale annuo del 2,5%, maturati dalla data della scadenza non rispettata. L'imposta dovuta sommata agli interessi si versa in banca o in posta tramite modello F24. Anche la sanzione va inclusa nel modello F24, indicando il codice corrispondente al tipo di omissione commessa (es.: 8901 per IRPEF, 8918 per IRES, 8904 per IVA, 8906 per ritenute, 8907 per  IRAP, 8902 per addizionale regionale, 8903 per addizionale comunale, ecc.) e l’anno al quale si riferisce.

21 Lunedì

Scambi intracomunitari (elenchi mensili)

I contribuenti IVA che nel 2004 hanno effettuato cessioni intracomunitarie con altri Paesi comunitari per un importo superiore a € 200.000 devono presentare all'ufficio doganale gli elenchi Intrastat per le cessioni effettuate nel mese precedente. Vanno presentati anche gli elenchi Intrastat per gli acquisti intracomunitari. Gli elenchi vanno presentati in doppia copia anche per raccomandata o in via telematica senza obbligo di supporto cartaceo, previa richiesta al Dipartimento delle Dogane.

28 Lunedì

Registrazioni IVA

Scadono i termini per le registrazioni di fine mese.

Affitti

Per i contratti di affitto di durata superiore a 30 giorni, anche se di importo annuale complessivo non superiore a Euro 1.291,14, cominciati o rinnovati all'inizio del mese, deve essere versata  l'imposta annuale di Registro del 2%. Il versamento si effettua su modello F23 in banca, in posta o dal concessionario (cod. 115T prima annualità - 112T annualità successive - 107T intero periodo - 114T proroghe).

IVA comunicazione  annuale dei dati

Scade il termine di presentazione in via telematica.

Imposta di registro sugli affitti dei fondi rustici

Va presentata la denuncia per i contratti stipulati non in forma di atto pubblico o scrittura privata autenticata e per quelli rinnovati nel corso dello scorso  anno e va versata la relativa imposta, nella misura dello 0,5% con il minimo di  € 51,65, che potrebbe elevarsi, in base agli aumenti, a  63,65  (codice 108T - fondi rustici).

DM 10/2

Scade il termine per l'invio telematico all’INPS del mod. DM 10/2 relativo al mese precedente.

Revisioni auto e moto private

Vanno sottoposte a controllo le auto immatricolate nel 2001 con data della carta di circolazione compresa tra il primo e la fine di febbraio. Da sottoporre a revisione anche le auto già revisionate, sempre in febbraio, nel 2003.  La scadenza riguarda anche le moto immatricolate e i ciclomotori con certificato di idoneità rilasciato nello stesso mese del 2001, comprese quelle che hanno già subito la revisione nello stesso mese del 2003.

Note:
 Ricordiamo che sulla base del disposto dell'art. 2963 c.c. e dell'art. 18 del D.Lgs n. 241/97 qualora il termine per i versamenti venga a coincidere con un sabato o un giorno festivo, viene prorogato al primo giorno feriale successivo.
 

 
Google

 

SEGNALA QUESTO SITO AD  UN AMICO
Introduci la E-mail del destinatario:


Cynegi Network

         

Copyright © 2005. By Rag. Natalino Melchionna - Via G.B.Vico 83046 Lacedonia (AV) - Tel. - Fax 0827/ 84339 info@studiomelchionna.it