Introduzione


SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE

Scopo del presente Processo è quello di descrivere il flusso delle attività, le modalità operative e le responsabilità relative all’attività di controllo legale dei conti svolta dal professionista in qualità di membro del collegio sindacale di società di capitali non soggette a revisione contabile obbligatoria.

Il presente Processo operativo può essere applicato alle attività di controllo legale dei conti svolte in qualità di revisore esterno.

 

GENERALITA'

Secondo la legislazione vigente, il Collegio sindacale è l’organo preposto al controllo legale dei conti, al controllo dell’amministrazione e alla vigilanza sulla osservanza delle leggi e dell’atto costitutivo delle società di capitale.

In particolare il professionista incaricato di svolgere l’attività di sindaco in qualità di membro del collegio sindacale, ai sensi degli articoli 2403, 2404 e 2405 c.c. ha la responsabilità di:

  • accertare almeno ogni trimestre la consistenza di cassa e l’esistenza dei valori e dei titoli di proprietà sociale o ricevuti dalla società in pegno, cauzione o custodia;

  • accertare la regolare tenuta della contabilità sociale, la corrispondenza del bilancio alle risultanze dei libri e delle scritture contabili, e l’osservanza delle norme stabilite dall’articolo 2426 c.c. per la valutazione del patrimonio sociale;

  • vigilare sull’osservanza della legge e dell’atto costitutivo;

  • controllare l’amministrazione della società;

  • redigere la relazione prevista ai sensi dell’art.2429 c.c.;

  • redigere il verbale delle riunioni;

  • assistere alle adunanze del consiglio di amministrazione, alle assemblee ed alle riunioni del comitato esecutivo.

Il sindaco, inoltre, può in qualsiasi momento procedere, anche individualmente ad atti di ispezione e di controllo.

Una guida all’attività di sindaco é contenuta nei Principi di Comportamento del Collegio sindacale (edizione 1996) emanati da C.N.D.C. e C.N.R.P.C. e nei Principi di Revisione Internazionale (ISA, International Standard of Auditing - edizione gennaio 1999).

RESPONSABILITA'

L’aggiornamento del presente Processo è a cura del Responsabile Assicurazione Qualità.
Le responsabilità relative all’applicazione operativa sono descritte nel seguito.


TERMINI E DEFINIZIONI

Per i termini e le definizioni utilizzate in questo Processo si fa riferimento al glossario del Manuale della Qualità e alla Norma UNI EN ISO 8402 – Qualità Terminologia.

(N.B. Pur se proposte sotto forma di flusso, le attività di seguito descritte non devono intendersi strettamente sequenziali tra loro. In funzione del tipo di controllo, le attività possono infatti essere eseguite secondo un ordine diverso da quello previsto nel flow chart del processo.)